If you can’t read this email, please view it online

Il momento storico, del tutto particolare, che tutti noi stiamo vivendo, caratterizzato dalla presenza della pandemia di Covid-19, sembra avviato verso una normalizzazione, e questo è senz’altro l’auspicio comune.

Nell’ultimo periodo anche la nostra Azienda ha dovuto osservare la chiusura generalizzata, che ha interessato quasi tutto il comparto produttivo Italiano, proseguendo comunque in ‘smart working’ il post vendita (ricambistica, assistenza telefonica e teleassistenza per le automazioni di ultima generazione) e le attività dell’Ufficio Progettazione, dell’Ufficio Commerciale ed Amministrativo; tutto ciò sino all’ultima settimana di aprile quando è stato possibile riaprire anche il reparto produttivo.

Prima della chiusura eravamo impegnati in diversi progetti, tra i quali una serie di linee per il settore automotive, uno dei nostri tradizionali mercati di impiego ed un nuovo interessante progetto per la chiusura di pallet in legno che ora andremo a completare e collaudare nel corso delle prossime settimane. Questo impianto, venduto ad un importante Cliente Nord Americano, ha la funzione di preparare per il trasporto i pallet di scatole contenenti profilati estrusi, variabili secondo una grande varietà di dimensioni ed è posizionato a fine linea di produzione. Dopo un iniziale rilevamento delle tre dimensioni spaziali (lunghezza, larghezza ed altezza) compiuto mediante rilevamento laser e con l’ausilio di un doppio sistema di compattamento delle scatole, le stesse vengono bloccate mediante cornici in legno opportunamente predisposte. Il ciclo di bloccaggio prevede l’utilizzo di un primo robot a portale per la movimentazione e l’inserimento delle cornici nelle posizioni previste lungo il pallet, e di due robot a sei assi per la chiodatura di fissaggio.

Alla riapertura, già nella prima settimana post-lockdown, abbiamo acquisito alcuni ordini, la maggior parte nel settore del packaging, dove continua la richiesta di automazioni per lo sviluppo della tecnologia In Mould Labelling, e nei settori cosmetico e medicale. Questo sembra un buon auspicio per il completo rientro nell’attività produttiva ai livelli pre-pandemia, con rinnovato impegno e determinazione.


In particolare, all’interno del sopra menzionato settore medicale, ed in tema con l’attualità di questi giorni, segnaliamo due progetti chiavi in mano, che hanno visto intervenire la nostra azienda in qualità di capo commessa, per impianti volti alla produzione di mascherine e visiere, da offrire ai nostri clienti ed alla nostra rete vendita, e che ora possiamo vedere più in dettaglio:

Mascherine

Le mascherine possono essere realizzate con due diversi materiali, a seconda dell’uso e delle preferenze personali. Possono infatti essere prodotte in silicone platinico, con un elevato grado di purezza, oppure in Polipropilene. Il filtro (venduto in confezioni da 20 pezzi) è in viscosa-poliestere. Il progetto completo prevede la fornitura dei macchinari atti a produrre le due parti di cui si compone la mascherina (corpo e anelli di bloccaggio) ed a confezionarle assieme ai filtri ed agli elastici di fissaggio.

Quindi parliamo di due presse da 200 t, dotate dei rispettivi robot (modello DMGX1) di asservimento, e di due stampi a quattro impronte per le due parti, che poi assieme agli elastici ed ai filtri, automaticamente aggiunti, vengono sanificate mediante il passaggio in una stazione a raggi UV e confezionati in buste singole mediante una confezionatrice orizzontale. L’impiego del robot sulla pressa consente l’eventuale posizionamento di una etichetta sul corpo mascherina, sempre mediante applicazione In Mould Labelling.

Visiere

Analoga posizione di fornitore turn-key assunta dalla nostra Azienda, riguarda l’altra produzione citata, le visiere di protezione antivirus. Per questi prodotti sono previsti tre stampi per i componenti: visiera (stampo a quattro impronte), telaio di supporto e ganci di chiusura (stampi ad otto impronte). Questi stampi richiedono l’impiego di almeno due presse, da 200 t, ognuna equipaggiata con un robot modello DMGX1. Anche in questo caso i singoli componenti vengono avviati alla linea di sterilizzazione e confezionamento automatica.

Dal Maschio S.r.l.
Via Ponte Grasso, 4
30030 Salzano (VE)
Italia
www.dalmaschio.com
info@dalmaschio.it

We sent out this message to all existing Dal Maschio S.r.l. customers.
If you want more information about our privacy policy, please visit this page.

If you no longer wish to receive these emails, simply click on the following link Unsubscribe.

©2020 Dal Maschio S.r.l. All rights reserved.